Il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) è un disturbo diffuso e cronico, è caratterizzato dalla presenza di ossessioni e compulsioni, che interferiscono con la vita quotidiana, causando un grave disagio. I sintomi principali del DOC si dividono in categorie: le ossessioni e le compulsioni. Ossessioni sono un pensiero indesiderato e sgradevole, un’immagine o un impulso che si presenta più e più volte nella mente provocando emozioni negative. Una compulsione invece è un comportamento che si sente il bisogno di ripetere  in continuazione o un’azione mentale che si deve compiere per cercare di alleviare temporaneamente l’ansia e le sensazioni spiacevoli causate dai pensieri ossessivi.

La cura farmacologica del disturbo ossessivo compulsivo è stata caratterizzata storicamente dall’impiego dell’antidepressivo triciclico Clomipramina. Recentemente si è largamente diffuso l’impiego degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) ai quali si associazioni minori effetti collaterali. Una percentuale di pazienti che può variare dal 35 al 47% non rispondono alla cura farmacologica per il DOC. Al fine di raggiungere un’efficacia terapeutica può essere indicato l’uso in combinazione di Clomipramina e di un farmaco SSRI.